Posts Tagged ‘ eG8 ’

eG8: nuovo evento per decidere se tutto su carta o tutto su web!

Leggevo proprio ieri sul quotidiano la Repubblica, la notizia circa la convocazione dell’ e-G8.
Evento organizzato dal presidente della Francia Nicholas Sarkozy che si è proposto come obbiettivo la discussione in materia di regolazione del web. Hanno partecipato a questo evento molte personalità importanti nell’ambito delle piattaforme digitali, un nome su tutti Mark Zuckerberg, il Ceo di Facebook.
Ma come mai tale iniziativa lodevole?
Io la trovo fondamentale, in un era ormai governata da internet e da più dispositivi digitali.
Basti pensare alla rivoluzione messa in atto dal marchio Apple: Macbook, Ipod, Ipad…questi new media hanno cambiato il modo di conoscere, leggere, e hanno introdotto funzionalità che sino a qualche anno fa non ci saremmo mai aspettati di vedere.
L’evento è stato riportato dai maggiori quotidiani, e ha ricondotto l’attenzione sulla difficoltà di delineare un quadro normativo uniforme per il web.
Dicesi difficoltà perchè non si può fotografare soltanto ciò che esiste sul web, poichè il web è in continuo movimento e perciò tentare di inquadrarlo è azione molto complicata e risulterbbe a lungo andare inutile. E’ questo il pensiero in sostanza anche del presidente francese e degli esperti in materia.
Bisognerebbe affrontare anche i relativi pro e contro.
Alcuni infatti ritengono che non porre paletti a tale situazione potrebbe portare ad una dissoluzione di tutto ciò che è su carta.
Ma a questo punto si potrebbe ricorrere ad una soluzione di mezzo (messa in atto da alcuni quotidiani tra cui La Repubblica) offrendo sul web contenuti free accanto a quelli a pagamento (ad esempio per gli editoriali).
Tutti concordano invece sul fatto che il web aggancia nuovi lettori e stimola la crescita di nuomerosi siti di quotidiani.
Se c’è stato un primo eG8 questo è il segno che la nostra società sta cambiando e notevolmente.
Tutto ormai è online, non soltanto notizie live, non solo archivi dei maggiori quotidiani che ci consentono di consultare notizie, ma soprattutto contenuti mediali, musica, immagini, chat.
Ascesa stupefacente quella di Youtube, quella di Skype(ora acquistato dalla Microsoft con un investimento spaventoso), e infine quella dei maggiori social network.
Su questa falsa riga si colloca LinkedIn, piattaforma digitale usata per contatti professionali.
Linkedin proprio nei giorni scorsi è stato stra-quotato in borsa, tanto da allarmare i tecnici della Borsa di Wall Street che hanno usato i termini di speculazione finanziaria, euforia di massa.
Il fondatore Reid Garret ,entusiasta ha ascoltato lo strepitoso rialzo in borsa del suo sito di ben +110% in un giorno, su questa folle corsa finanziaria di collocano anche Facebook, Twitter, Boeing, Ford…
Infine occorre ricordare il balzo in avanti dei NIC New Industrialed Countries, tra cui India, Cina, Giappone, Brasile sempre da tener d’occhio, ai primi posti per tasso d’istruzione e tra i primi nuovi siti più quotati in Borsa.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: